OCPDC 444/2017 – Terremoto centro Italia

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’Ocdpc n. 444 del 4 aprile 2017 riguardante “il favorimento e il regolare subentro, senza soluzione di continuità, delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria nelle attività avviate durante la fase di prima emergenza“.

L’Ordinanza ha sancito il passaggio del testimone per la gestione dell’emergenza post terremoto, già dal 7 aprile 2017, dalla Di.Coma.C (Direzione comando e controllo) a Regioni e Comuni, creando le condizioni per procedere a una rimodulazione dell’articolazione operativa della struttura che, nella prima fase emergenziale, ha assicurato il coordinamento delle componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della Protezione Civile e la gestione unitaria dell’emergenza, per meglio rispondere alle nuove esigenze e al generale contesto in evoluzione.

In particolare, è previsto il prosieguo, senza soluzione di continuità, del Dipartimento della protezione civile per diverse attività previste dall’art. 1 dell’Ordinanza tra le quali:

  1. monitoraggio dell’attuazione degli appalti specifici per l’allestimento delle Strutture abitative d’emergenza (S.A.E.);
  2. coordinamento dello svolgimento delle verifiche di agibilità degli edifici fino al soddisfacimento delle esigenze legate alla gestione dell’emergenza;
  3. coordinamento della gestione delle risorse finanziarie rese disponibili per la gestione della situazione di emergenza;
  4. coordinamento degli interventi del volontariato di protezione civile a supporto delle esigenze di tutela dei beni culturali nonché della gestione dei rimborsi previsti a favore delle organizzazioni di volontariato di protezione civile e dei datori di lavoro dei volontari;
  5. coordinamento dell’intervento delle risorse dei comuni intervenuti a seguito degli eventi sismici, organizzato dall’Associazione nazionale dei comuni d’Italia;
  6. svolgimento delle funzioni relativamente agli interventi approvati nell’ambito del programma di ripristino e messa in sicurezza della rete stradale;
  7. gestione delle attività contrattuali direttamente attivate dal Dipartimento della protezione civile a supporto delle iniziative connesse con la gestione emergenziale fino alla conclusione degli effetti delle medesime, comunque non oltre la scadenza dello stato di emergenza.

Ferme restando le funzioni mantenute in capo al Dipartimento della protezione civile, nella tabella allegata all’Ordinanza sono indicate le attività per le quali i presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, in relazione ai rispettivi ambiti territoriali, assicurano il coordinamento degli interventi avviati a partire dal 24 agosto 2016 in attuazione delle disposizioni contenute nelle ordinanze di protezione civile richiamate in premessa.

In allegato il file .pdf della OCPDC 444 del 4 aprile 2017

In allegato il file .pdf originale della OCPDC 444 del 4 aprile 2017

In allegato il file .pdf dell’Allegato 1 all’OCPDC 444 del 4 aprile 2017

In allegato il file .pdf dell’Allegato DCDPC 1290 all’OCPDC 444 del 4 aprile 2017